Assemblare

un PC

cabinet




Il cabinet aperto si presenterÓ all'incirca come nella foto seguente. Si precisa che il cabinet usato Ŕ un modello tower un po' particolare, in quanto gli alloggiamenti per hard disk, floppy, lettori CD ecc., sono provvisti di un sistema di slitte che ne facilita l'inserimento/estrazione.

Si possono distinguere alcune zone:
    1) alimentatore: se dovete comprare un PC nuovo o se volete aggiornare la scheda madre e il processore lasciando invariato il resto del sistema, assicuratevi che l'alimentatore sia del tipo giusto (oggi si usano quasi esclusivamente alimentatori di tipo ATX) e che fornisca almeno 230 W per un sistema come quello presentato, o almeno 250 W (meglio ancora 300 W)se intendete utilizzare Pentium III o Athlon sopra i 700 MHz.
    2) spazio per la scheda madre: la scheda madre va montata qui tramite i sostegni appositi (vedi scheda madre)
    3) fessure per i connettori delle schede di espansione
    4) alloggiamenti per periferiche di memorizzazione (hard disk, floppy, lettori CD, ecc)

Nella maggior parte dei casi, per lavorare liberamente, occorre togliere l'alimentatore dalla sua sede. Per farlo, Ŕ sufficiente svitare le quattro viti che si trovano nella parte posteriore del cabinet (a sinistra nella foto).

Si possono distinguere quindi altri 2 particolari:
    5) mascherina per i connettori integrati sulla scheda madre: presenta la serigrafia e i fori per i connettori che sono giÓ predisposti sulla scheda madre (tastiera, mouse, porte USB, porta parallela, porte seriali ed eventualmente connettori della scheda audio integrata).
    6) connettori del pannello frontale (vedi pannello frontale)


Torna all'indice

Impaginazione by KCS'81