Assemblare

un PC

schede aggiuntive




Se la vostra scheda madre non presenta già integrate le funzionalità audio, video, modem, ecc…, o non vi accontentate e volete qualcosa di meglio (le funzioni integrate sono di basso livello e vanno bene giusto per i PC da elaborazione testi o poco più), ora dovrete inserire le schede di espansione.
Ci sono in commercio una infinità di schede divise in varie categorie. A qualcuno, come al sottoscritto, piacerebbe averne tante, però purtroppo lo spazio è limitato e riempire tutto è inoltre sconsigliabile in quanto fonte di un maggiore calore dissipato all'interno del cabinet. Quindi, tipicamente si hanno:
    - schede video
    - schede audio
    - modem: io trovo più comodi i modelli interni, in quanto non ingombrano con i cavi di collegamento e di alimentazione, come invece fanno quelli esterni (questa è comunque una scelta individuale, dato che funzionano bene entrambi)
    - controller SCSI
    - schede di rete
Queste sono solo le tipologie più tipiche e diffuse; le altre comunque si montano all'incirca nello stesso modo. Gli slot di espansione presenti sulla scheda madre sono ormai di 5 tipi:
    - ISA 16 bit: sono gli slot più "vecchi", e ormai servono solo per le schede particolari ereditate dal PC precedente o per le schede audio da 4 soldi (se siete hobbisti elettronici, comunque, l'ISA è lo slot più semplice per interfacciarsi col mondo esterno: è lento, è relativamente stupido, e i connettori non presentano saldature proibitive). Come paragone, vi basti sapere che nel periodo di maggiore espansione di questo slot, Windows 95 non era ancora comparso e bastava un 286 a 16 MHz con 2 MB di RAM e 100 MB di hard disk per poter utilizzare quasi tutti i programmi in circolazione.


    - VESA 32 bit: ormai non più usati, sono stati il primo tentativo di aumentare le prestazioni degli slot ISA, e in effetti si presentano come delle aggiunte a questi ultimi. La loro trattazione è oggi inutile. Per chi stesse armeggiando con un PC "vecchio", preciso che lo slot ISA a cui è aggiunto il pezzo in più è comunque utilizzabile come slot ISA normale, e che le schede VESA sono piuttosto delicate e difficoltose da inserire o estrarre dallo slot.
    - PCI 32 bit: sono lo standard che sta sostituendo gli ISA, e si distinguono per la minore dimensione dei contatti a pettine (circa la metà degli ISA, ma dato che hanno più terminali, la loro lunghezza è i 2/3 dei precedenti). Le schede di rete, i controller SCSI, le schede audio di buona qualità e abbastanza recenti utilizzano quasi tutte questo connettore (per gli hobbisti: se avete intenzione di utilizzare questo per interfacciarvi con l'esterno, tanti auguri). Le schede video che lo utilizzano non sono invece proprio recenti (in effetti, nella foto è raffigurata una Mystique prodotta da Matrox nel 1996. Le schede video nuove utilizzano il bus AGP.


    - AGP: è uno standard utilizzato esclusivamente per le schede video, ed esiste in 3 versioni compatibili verso il basso, cioè 1X, 2X, 4X. E' apparentemente molto simile agli slot PCI, ma appare più spostato verso l'interno della scheda madre e se ne trova uno solo. Purtroppo ho dimenticato di scattarne una foto; si vede comunque qualcosa (in basso a destra) dalla foto nel capitolo settaggio microprocessore.
    - CNR (Communication Network Riser): è un piccolo slot che serve quasi esclusivamente a rompere... Si utilizza per particolari modem e non ho ancora capito a che cavolo serviva mettere uno di questi al posto di un PCI o di un ISA.
    - AMR (Advanced Modem Riser): la versione avanzata del CNR, leggi sopra. Di questi ultimi 2 tipi non ho riportato foto, tanto sono sicuro che vi accorgerete subito di quali sono se ne avete sulla vostra scheda (P.S.: nelle foto non compaiono perché al momento dello scatto non erano ancora nati).
Per inserire le schede nei vari slot occorre innanzitutto individuare il tipo di slot che utilizzano, quindi basta procedere come per le memorie RAM (vedi inserire la RAM), allineando la scheda con le fessure dello slot e spingendo verso il basso, stando però attenti che la parte in lamierino centri i fori sulla base del cabinet.

A questo punto è sufficiente centrare l'asola sulla parte superiore del lamierino della scheda e il foro sulla parte superiore del cabinet e avvitare bene, tenendo in posizione la scheda durante l'operazione.


Torna all'indice

Impaginazione by KCS'81